PREMIO SPECIALE UNICREDIT – PREMIO IMPRESA DEL FUTURO: ORANGE FIBER

Orange fiber è un tessuto innovativo e sostenibile ottenuto da scarti e sottoprodotti dellʼindustria agrumicola, arricchito grazie alle nanotecnologie di oli essenziali di agrumi che rilasciano sulla pelle vitamina C funzionale al benessere di chi lo indossa.

Sede: Milano e Catania

Team

Adriana Santanocito, co-founder, product manager. Formazione in Fashion Design, specializzata in nuovi materiali tessili e tecnologie per la moda.

Enrica Arena, co-founder, project manager. Laurea in Cooperazione internazionale e Comunicazione, esperienze in ambito comunicazione e project.

Manfredi Grimaldi, laurea in economia agroalimentare; esperienze in accounting per piccole e medie imprese.

Tecnologia/Prodotto/Servizio

Tessuto innovativo e sostenibile ottenuto estraendo cellulosa atta alla filatura da scarti di agrumi con un processo sviluppato in collaborazione con il Politecnico di Milano. Il tessuto viene arricchito grazie alle nanotecnologie con microcapsule contenenti olio essenziale di agrumi che si rompono gradualmente a contatto con la pelle, svolgendo una funzione cosmetica.
Il brevetto è stato depositato con il Politecnico di Milano. Inoltre stiamo esplorando un processo biochimico per l’estrazione di cellulosa atta alla filatura da scarti agrumicoli grazie alla collaborazione del Parco Tecnologico Padano.

Ricadute sociali e territoriali

Il 25% della produzione agrumicola italiana annuale non viene utilizzato e diventa un rifiuto: l’industria di trasformazione genera ogni anno più di 700.000 tonnellate di scarti industriali. Noi vogliamo trasformare questo sottoprodotto in un prodotto innovativo.
Le principali ricadute sociali e territoriali del progetto sono la riduzione della quantità di rifiuti agrumicoli da smaltire e la riduzione delle emissioni di C02; il risparmio ambientale rispetto ai metodi di produzione dei filati più diffusi (il petrolio è notoriamente inquinante e il cotone richiede un uso intensivo di risorse idriche, terreno, fertilizzanti).
La realizzazione su scala industriale del nostro prodotto contribuirà alla creazione di nuovi sbocchi di mercato per la produzione agrumicola italiana – in sofferenza a causa delle importazioni a basso costo e alla diminuzione di domanda di frutta fresca dovuta dalla contrazione dei consumi – e ad innovare ed incrementare la redditività del settore tessile italiano.

Analisi del mercato

Il nostro macro mercato di riferimento è quello dei tessili derivati da cellulosa ottenuti da fonti rinnovabili, il cui potenziale di crescita al 2020 è stato stimato in un +106%. In particolare facciamo riferimento alla nicchia dei cosmetotessili, il cui mercato Europeo valeva nel 2012 500 Milioni di euro.
I tessili cosmetici sono stati individuati come Lead Market dalla CE nel 2011 per le opportunità di rilancio che offrono ai paesi con una tradizione tessile ora in crisi, come l’Italia, con un posizionamento di innovazione tecnologica.
I tessili cosmetici fanno inoltre parte dei tessili intelligenti che rappresenteranno entro il 2030 l’80% del mercato totale dei tessili. (Textiles Intelligence report 2011).
In generale, vogliamo soddisfare la domanda di tessili che è in crescita al crescere della popolazione, soddisfando l’aumentato interesse per la sostenibilità ambientale e per il benessere personale.

 

www.orangefiber.it
www.facebook.com/orangefiberbrand

http://vimeo.com/80400770