LA MODA E L’INNOVAZIONE | 16 MAGGIO 2014 | FIRENZE

Pubblico prevalentemente di giovani il 16 maggio nella sede di Firenze dell’acceleratore Nana Bianca per il primo di un ciclo di appuntamenti sulle buone pratiche imprenditoriali che hanno fatto dell’innovazione un fattore distintivo, intitolato “LA MODA E L’INNOVAZIONE” e promosso da Premio Gaetano Marzotto.

Ad aprire e moderare l’incontro Cristiano Seganfreddo, direttore generale di Associazione Progetto Marzotto che promuove l’iniziativa, che ha esordito ricordando la storia del settore moda in Italia, in cui 50 mila aziende, spesso micro, fanno innovazione invisibile, di prodotto e di stile. Una rete di competenze uniche che hanno bisogno però di essere rinnovate quotidianamente con gli strumenti della contemporaneità. Cristiano Seganfreddo ha poi presentato Matteo Marzotto, presidente di Associazione Progetto Marzotto, che ha dichiarato quanto non sia sempre fondamentale inventare tutto ma sia importante anche rielaborare il bagaglio storico-economico delle nostre radici. Matteo Marzotto ha poi sottolineato l’importanza di avere un team che sia unito dalla passione per il progetto, considerazione che ha trovato d’accordo anche i due soci fondatori di Nana Bianca, Alessandro Sordi e Paolo Barberis. Alessandro Sordi e Paolo Barberis, architetti di formazione, sono i fondatori dell’acceleratore d’impresa Nana Bianca che accoglie progetti digitali, affiancando e aiutando nella crescita piccole imprese innovative ma soprattutto, trovando loro finanziamenti e investitori.

L’incontro è proseguito con l’intervento di Vincenzo Maria Franco, direttore generale di Pitti Immagine, che ha raccontato il successo di e-Pitti.com, nato start up nel 2010 come estensione digitale di Pitti Uomo, Pitti W, Pitti Bimbo e Pitti Filati. La parola è stata poi passata ad Andrea Mazzon che insieme a Paolo Spiga, è cofunder di XYZE startup e sta sviluppando una nuova tecnologia per il fashion e-commerce che connette le misure del tuo corpo con il capo che vuoi acquistare e, attraverso un algoritmo matematico, individua la taglia corretta da acquistare. In attesa di investitori, i ragazzi di XYZE hanno ascoltato con attenzione e ammirazione le parole di Maria Odetti, project manager di Luisaviaroma.com, il più importante rivenditore online di moda con 4.000.000 di visite al mese e spedizioni in tutto il mondo, che ha fatto dell’innovazione e dello scouting il suo punto di forza. Come ha affermato Maria Odetti, la sfida al giorno d’oggi è riuscire a trasferire la parte emozionale del luxury nel digitale, quel  valore immateriale che il lusso porta con sé.

Un’ambizione a cui guardano anche i giovanissimi di Buru-buru.com di Lisa Gucciarelli, store online che promuove e vende prodotti di artigianato contemporaneo, design e moda, incubato da Nana Bianca. A loro e ai molti giovani in sala, ha parlato anche Felice Limosani, storyteller contemporaneo, che ha sottolineato come nel processo d’innovazione sia fondamentale l’immaginazione ma anche la contaminazione di codici e linguaggi, ossia le relazioni tra diversi ambiti e persone.

Queste le indicazioni da percorrere, i suggerimenti, le testimonianze e le esperienze trasferite alle startup presenti, che, a conclusione dell’incontro, hanno visto gli interventi di Marco Brogi founder di TRJ 3X di Prato, finalista del Premio Gaetano Marzotto, con un progetto innovativo di tessitura. Per concludere l’incontro è stata presentata Family-nation.it, incubata da Nana Bianca, di Emilia Mugnai che, con il marito Aidan Cox ha creato un e-commerce internazionale, un’eco-boutique che vende articoli per bambini e aiuta i genitori nella scelta, offrendo informazioni e guide allo shopping all’insegna della qualità, della sostenibilità e del design, sempre con grande cura nei dettagli.

Tags:

Comments are closed.